Provider e Sponsor nel sistema ECM

Nell’ erogazione di un contributo ad un Provider per lo svolgimento di un evento, qual è Ia differenza tra partner, sponsor e altra fonte di finanziamento?
Per Partner si intende qualsiasi ente che apporta un contributo (scientifico, organizzativo, ecc.) all’attività di formazione del Provider, mentre lo Sponsor è qualsiasi soggetto privato che fornisce finanziamenti, risorse o servizi a un Provider in cambio di spazi di pubblicità o attività promozionali per il nome e/o i prodotti del soggetto sponsorizzante (cfr.: Regolamento applicativo dei criteri oggettivi di cui all’Accordo Stato Regioni del 5 Novembre 2009 – pag. 13 p.to 3.2).
Si configura “altro finanziamento” quando un soggetto non chieda al Provider alcuna pubblicità in cambio del proprio contributo economico per lo svolgimento di un evento.

In un corso FAD è ammesso il reclutamento dei partecipanti?
L’Accordo Stato Regioni del 2 febbraio 2017 non prevede distinzioni in materia di reclutamento dei partecipanti. Ne consegue che la disciplina richiamata si applica uniformemente a tutte le tipologie formative (RES, FAD, FSC) con gli stessi limiti. Nel caso in cui, in relazione ad un evento FAD o ad un qualunque altro evento ECM, la quota d’iscrizione del partecipante sia versata dall’impresa reclutante (che può anche non essere uno sponsor dell’evento), il provider dovrà dare evidenza del reclutamento nello specifico campo all’interno del file XML, all’atto dell’inserimento del report.

Come deve comportarsi un discente nella compilazione della scheda di valutazione di fine evento se percepisce un possibile conflitto di interessi?
In merito alla “Scheda di valutazione di fine evento”, si rammenta che:
Nel documento “Linee Guida per i Manuali di accreditamento” si prevede che il Provider deve assicurare la presenza di una specifica scheda sulla qualità percepita in cui i discenti possano dichiarare anche la percezione di eventuali influenze dello Sponsor o altri interessi commerciali nel programma svolto. Il provider deve informare i discenti delle modalità di compilazione di tale scheda e delle modalità di comunicazione all’Age.na.s. nel caso in cui venga riscontrato un eventuale conflitto di interesse;
Il modello della scheda di valutazione è a disposizione del Provider e dei discenti nel sito http://ape.agenas.it (“Accreditamento Provider” > “Moduli e documenti” > “Esempi” > “Scheda di valutazione evento”);
La scheda, compilata da riconsegnare al provider, deve essere in forma anonima ;
In caso di percezione di un conflitto di interessi, rispondendo alla domanda della scheda, il discente deve inviare una comunicazione alla Commissione nazionale per la formazione continua tramite e-mail all’indirizzo ecmfeedback@agenas.it, indicando:
le proprie generalità;
le motivazioni del conflitto d’interessi rilevato;
facoltativamente in allegato copia della scheda di valutazione da lui compilata.
NB: I nominativi dei discenti che effettueranno le segnalazioni non saranno comunicati ai provider.

L’Azienda che invita dei partecipanti ad un evento ECM cosa deve trasmettere al Provider?
Ai sensi della Determina del 18.01.2011 “Reclutamento dei partecipanti” l’Azienda che invita professionisti sanitari a frequentare un determinato evento formativo, con spese a carico dell’azienda stessa, deve fornire al Provider l’elenco con i nomi dei partecipanti invitati all’evento formativo.

Il Provider deve richiedere a tutti i relatori l’autocertificazione sul conflitto d’interessi indipendentemente dalla presenza dell’eventuale conflitto?
Il Provider deve acquisire la dichiarazione dei rapporti, degli ultimi due anni, di relatori/moderatori/formatori con soggetti portatori d’interessi commerciali in campo sanitario. I docenti, i moderatori, i formatori devono dichiarare eventuali rapporti con aziende con interessi commerciali in ambito sanitario (Sponsor o meno dell’evento). Al termine dello stesso il Provider deve comunicare a tutti i partecipanti l’indirizzo di posta elettronica ecmfeedback@agenas.it per fornire direttamente alla CNFC informazioni su eventuali percezioni di conflitti d’interesse. (cfr.: Regolamento applicativo dei criteri oggettivi di cui all’Accordo Stato Regioni del 5 Novembre 2009 – P.to 3.2 pag.14 e p.to 3.3 pag. 16)

Come deve comportarsi un provider al momento della ricezione della scheda di valutazione di fine evento compilata dai discenti?
Il Provider deve assicurare la presenza di una specifica scheda sulla qualità percepita in cui i discenti possano dichiarare anche la percezione di eventuali influenze dello Sponsor o altri interessi commerciali nel programma svolto (a prescindere dal fatto che l’evento sia sponsorizzato o che non lo sia). Inoltre il provider deve informare i discenti delle modalità di compilazione di tale scheda e delle modalità di comunicazione alla Commissione nazionale per la formazione continua nel caso in cui venga riscontrato un eventuale conflitto di interessi. Il Provider non deve inviare le schede compilate dai discenti alla Commissione nazionale per la formazione continua tramite e-mail all’indirizzo ecmfeedback@agenas.it, ma deve mantenerle agli atti e, in base alle stesse, compilare i relativi dati statistici richiesti nella Relazione dell’attività annuale formativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.